Privacy Policy
 

Come organizzare il battesimo perfetto in poche mosse

Come organizzare il battesimo perfetto in poche mosse

Organizzare il battesimo può sembrare una impresa ardua ma se segui semplici mosse tutto diventa più facile.

Se organizzare il matrimonio è stressante e pieno di passi da fare, il battesimo non è da meno: anche se è in genere un evento con una portata minore rispetto al matrimonio c’è qualcosa che complica le cose ed è proprio il protagonista, il tuo bambino o la tua bambina da gestire che non facilita le cose.

Quindi o ti affidi a qualcuno e tu ti dedichi beatamente al tuo pargolo oppure non puoi che organizzarti al meglio per facilitarti nell’organizzazione di questa importante festa.

Vediamo quindi le 7 cose fondamentali che non puoi assolutamente dimenticare.

 

 

1 . Scegliere la data e verificare la disponibilità della chiesa

 

Il primo passo è proprio questo: scegliere il giorno in cui vuoi battezzare tuo/a figlio/a e poi verificare se è possibile celebrarlo nella Parrocchia che hai scelto. Questo passo è fondamentale perché le varie parrocchie hanno criteri diversi in merito all’organizzazione di questo evento.

Per esempio quando ho battezzato mio figlio avrei tanto voluto un cerimonia tutta per lui, invece la mia parrocchia faceva solo battesimi di gruppo. Se ben ricordo c’erano otto bambini in tutto ma nonostante la diffidenza iniziale devo dire che è stato bello condividere questo momento con altri genitori.

Una volta decisa quindi la data e l’ora del Battesimo, ci aspetta un altro compito importante d fare subito e cioè

 

 

2. Scegliere dove realizzare il party

 

E qui si aprono subito diversi capitoli importanti: ristorante o sale in affitto (magari all’esterno se la stagione lo permette)?

Pranzo, cena o semplicemente un rinfresco?

Questa scelta è molto personale e dipende da diversi fattori, budget e numero degli invitati in primis.

Se scegli il ristorante non ti rimane che decidere se farai un pasto seduti (pranzo o cena) o un rinfresco: in entrambi i casi ti rimane solo da scegliere in menù e la disposizione dei tavoli.

Se scegli invece la sala in affitto devi verificare che sia adatta a te e ai tuoi ospiti (penso alle scale nel caso di persone anziane o con ridotta motricità), dopo di che trovare se non già compresa con la sala un catering per il servizio. Anche in questo caso puoi decidere per un pasto seduti tipo pranzo o cena oppure un semplice rinfresco.

 

 

3. La lista degli invitati

 

Arriva ora il tasto dolente: stilare la lista degli invitati. Questo potrebbe generare accese discussioni soprattutto con le suocere 🤣🤣

Qui è una vostra scelta: personalmente non ho scelto pochi intimi tra parenti e amici, non ricordo il numero esatto ma circa una trentina di persone.

Potete anche stilare due liste: una per gli invitati e una per le persone a cui comunque volete donare un piccolo ricordo dell’evento. E anche decidere se fare un invito telefonico o usare un biglietto magari un po’ particolare come quello delle foto qui sotto.

 

 

 

 

 

4. Scegliere il padrino e la madrina

 

Questa è una scelta importante e che va fatta con un certo anticipo soprattutto se le persone scelte abitano in città diverse. Questo perchè la vostra parrocchia necessita di un loro certificato di idoneità.

Per la Chiesa questo ruolo è molto importante: le persone scelte infatti devono aver ricevuto i sacramenti del Battesimo, della Prima Comunione e della Santa Cresima. Inoltre non devo convivere fuori dal matrimonio, né essere divorziati o separati, né avere figli fuori dal matrimonio. Il loro ruolo non è semplicemente quello di accompagnare il bambino durante la cerimonia ma di accompagnarlo durante tutta la sua crescita personale e spirituale: ecco perché è forse la scelta più importante e difficile. Non limitatevi quindi a scegliere l’amico o l’amica del momento ma la persona che effettivamente possa assolvere a questo compit importante di cui forse si è un po’ perso il vero spirito

 

 

5. La scelta delle bomboniere

 

Qui ovviamente mi sento tirata in ballo 😊 e non posso esimermi dal mostrarti alcune delle mie creazioni. Ma lo farò la prossima settimana in un post dedicato proprio alle mie bomboniere di carta.

Anche qui la scelta è legata al proprio gusto personale e al budget. Se hai molta disponibilità puoi scegliere la classica bomboniera oggetto che rimarrà a ricordo dell’evento. Personalmente, a meno che non si tratti di un oggetto veramente utile, non le amo molto e preferisco piuttosto una scatolina semplice con i confetti – sarà perché quando ero piccola arrivavano bomboniere a go go e alcune erano veramente orribili che ora non le sopporto molto, tranne come accennato a rari casi.

L’unico consiglio che mi sento di darti in merito è di prendere in considerazione di fare una bomboniera importante per il padrino e la madrina e, volendo, anche per i nonni.

Per la bomboniera puoi ancora scegliere tra il classico negozio anche se ovviamente non posso non suggerirti le artigiane che trovi online (per le scatoline la sottoscritta ovviamente 🤣) oppure decidere di farle da sola se riesci a gestire il tempo con le poppate e le notti insonni.

 

 

 

6. Il fotografo

 

Nella scelta del fotografo ti consiglio di capire bene come sarà la situazione in Chiesa soprattutto se come nel mio caso avrai un battesimo di gruppo. Tolto questo dubbio non ti resta che scegliere una fotografa specializzata in foto per bambini perchè le foto acquisteranno un carattere diverso e potrai anche fare un servizio a parte tutto dedicato al bambino e a voi genitori. Anche qui online hai l’imbarazzo della scelta: io ti consiglio una cara amica che ha uno stile molto particolare, ricco di amore e dolcezza – Annalisa Chierici.

Se invece hai un amico o un parente veramente bravo, tanto meglio. E ti consiglio anche un bel video da rivedere poi con il tuo bimbo quando sarà grande!

 

E per finire un punto che può essere o non essere presente

 

7. L’allestimento della sala

 

Se hai scelto il ristorante non potrai fare molto se predisporre i segnaposto per i tavoli e chiedere uno spazio dove sistemare le bomboniere e i regali allestendo ad hoc alcuni tavoli. Su questi tavoli aggiungerai sicuramente alcune ciotole o vasi con diversi tipi di confetti.

 

 

Se invece hai scelto una sala in affitto avrai modo di sbizzarrirti nella decorazione. Alcune sale hanno qualcuno che si occupa degli allestimenti, diversamente puoi fare da te magari con l’aiuto di alcune creative veramente brave che si occupano di allestimenti per le varie occasioni. Ti consiglio di ispirarti su Pinterest dove troverai molte idee e anche creative che potrebbero aiutarti a rendere questa giornata speciale.

 

Sicuramente ci sono molti altri aspetti da prendere in considerazione per organizzare un Battesimo ma sicuramente i sette punti che ho analizzato sono i fondamentali, quelli dai quali non puoi esimerti. Tutto il resto è lasciato alla tua fantasia e al tuo budget anche se ricordati che non sempre servono molti soldi per creare qualcosa di veramente bello e indimenticabile.

 

 

 

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.