Privacy Policy
 

L’artista, la metodica, la sognatrice: intervista a Elisa Nava

L’artista, la metodica, la sognatrice: intervista a Elisa Nava

Artista, metodica e sognatrice: questa è Elisa Nava, creativa nel cuore, ora consulente per artigiani. Conosciamola meglio insieme.

 

Raccontaci un po’ di te Elisa, presentati a chi ancora non ti conosce

 

Certo, Simonetta e, innanzitutto, grazie di avermi invitata in questo tuo spazio. Son felice di esser qui con te e con i tuoi lettori, oggi.

Dunque … parto con la presentazione ufficiale, poi la racconto. Sono Elisa Nava e sono una Consulente per Artigiani digitali e il mio lavoro consiste nell’aiutare gli artigiani e i futuri artigiani che vogliono lavorare e promuoversi attraverso il web a valorizzare la loro attività o a trasformarla da hobby a lavoro. Mi occupo di marketing, comunicazione e personal branding, ma anche di organizzazione e ottimizzazione del lavoro creativo.

In sostanza, accompagno gli artigiani nel loro percorso, in qualsiasi fase si trovino, e li aiuto a trovare il loro modo unico di esprimersi attraverso la creatività, a capire come incanalare le loro idee verso progetti definiti e proficui, a migliorare il loro rapporto con i clienti, a risparmiare tempo e organizzare le loro giornate lavorative.

Fare gli artigiani non è una cosa facile ed è ricca di sfaccettature che ben pochi conoscono davvero. Se aggiungiamo il web, tutto si fa ancora più complesso e difficile da gestire. Un aiuto serve a partire col piede giusto, a trovare la propria direzione e a non perderla per strada! Spesso il mio aiuto serve anche a rimettersi in marcia, con una marcia in più!

Fra me e l’artigianato c’è un legame fortissimo: io nasco come artigiana, sono creativa da quando ero bambina. Anziché fare sport come tutti i miei coetanei, nel mio tempo libero andavo a scuola di creatività: ho fatto decine di corsi di formazione, in Italia e all’estero, e quando è stato tempo di scegliere le scuole superiori da fare, ho scelto l’altra mia passione: la psicologia, la comunicazione. E così ho imparato anche ad insegnare, mentre continuavo con i miei studi artistici in parallelo.

A 17 anni ho tenuto il mio primo corso di creatività per adulti. Ero l’insegnante e anche la più piccola della classe! A 19 anni ho aperto il mio laboratorio artigianale con annessa scuola di creatività e arti manuali, ed è rimasto attivo per una decina d’anni, passando attraverso due traslochi, il mio matrimonio e la sua conclusione. Dopo aver chiuso il mio laboratorio, scelta soffertissima e purtroppo necessaria, mi sono trovata a lavorare nell’ambito del commercio, come consulente aziendale e come agente di commercio e questo mi ha dato la possibilità di approfondire le mie conoscenze riguardo il marketing, le tecniche di vendita, la comunicazione, l’organizzazione e la pianificazione di strategie vincenti. Queste sono tutte capacità e competenze che ho radunato per renderle utili anche agli altri grazie al mio lavoro. Ora ogni tassello della mia vita ha un suo perché molto chiaro e forte, ed io non posso che esserne felice!

 

 

Nel tuo blog ti presenti in un modo molto simpatico: Tre in una. Ci vuoi raccontare chi è Elisa, l’artista – Elisa, la metodica – Elisa, la sognatrice

 

<rido> Sì, ho voluto rappresentare così, in modo spiritoso, i tratti caratteristici del mio modo di essere. Si riversano costantemente nel mio lavoro e mi permettono di dare il meglio e di risolvere tantissime problematiche diverse!

La Sognatrice è la mia parte più idealista, appassionata, quella a cui batte il cuore per ogni progetto brillante, è quella della speranza che non si spegne mai e quella che fa il tifo per te e ti sostiene nei momenti di sconforto, perché la strada da percorrere non è certo una passeggiata!

Poi c’è l’Artista, che è la creativa del gruppo, è quella che ti sa aiutare a sviluppare le tue idee, è fantasiosa, trova soluzioni originali, sa dare consigli su materiali, strumenti, e sugli aspetti più pratici e tecnici del processo di lavorazione. In lei risiede tutta la mia esperienza creativa pratica.

E poi c’è la Rigorosa. Lei ormai è la Vip del trio, temuta e cercata più di tutte. Lei è quella che tiene la contabilità e gli archivi, che controlla i numeri e il tempo che scorre, è super disciplinata e inflessibile. Efficienza, precisione e organizzazione sono le sue parole d’ordine. Sicuramente è la meno simpatica fra le tre, ma è quella senza cui nulla riesce davvero a prendere il volo o a vivere a lungo.

Gioco molto nella mia comunicazione con questi personaggi e ormai anche chi mi segue si diverte a scovare gli influssi di ogni mia Me in quello che scrivo! E’ bello lavorare divertendosi!

 

 

 

Elisa Nava

 

 

 

Hai un blog e direi che sei presente su quasi tutti i canali social. Dove ti senti più a casa tua? Dove il tuo potenziale viene fuori maggiormente?

 

Ma sai che questa è una domanda difficile? Non ti so dire se ho un canale preferito, ma è anche vero che cerco di adoperarli in sinergia, distribuendo le mie caratteristiche personali un po’ in ciascuno.

Sul mio profilo Instagram cerco di avere una comunicazione più veloce e a volte sono particolarmente schietta e uso molto il testo scritto (amo scrivere!) e poco le stories o IgTv: per la parte video, che mi piace molto utilizzare e fa trasparire sia la mia competenza sia la spontaneità e la dimestichezza, mi appoggio ai video su YouTube o alle Dirette che propongo nel mio Gruppo di Facebook.

Sul sito mi mantengo un po’ più formale (senza mai esser distaccata ed enciclopedica: non voglio essere un libro da studiare!), mentre nelle Newsletter spesso lascio parlare il cuore e sono molto più riflessiva, intima, spesso parlo delle mie esperienze dirette e scrivo lettere che posso sembrare pagine di diario.

Quindi mi sento a casa un po’ ovunque e gli altri hanno modo di conoscermi bene ed essere sicuri che io sia il tipo di persona e di consulente per loro, al di là delle competenze che posso metter sul tavolo. Nessuno affiderebbe suo figlio ad uno sconosciuto, ed io so di lavorare con persone che tengono visceralmente a ciò che fanno. La creatività artistica è una cosa seria, è espressione profonda di sé e va trattata con cura. Devo valorizzare le persone, non fargli indossare maschere convenienti, quindi parto da me facendo lo stesso: mi faccio conoscere in modo completo e autentico. Penso sia giusto così e, sinceramente, non credo saprei fare altrimenti!

 

Cosa offri a chi vuole lavorare con te? Che approccio hai?

 

Mi piace mettere sempre al centro le persone, le loro ragioni profonde, il messaggio nascosto che vogliono comunicare con i loro manufatti, i loro valori più autentici. Proprio avendo più consapevolezza di sé si può essere diversi dagli altri, più originali e anche un po’ più intraprendenti!

Quindi c’è tanto lavoro introspettivo, un lavoro che mira a far emergere sempre di più le proprie peculiarità, verso una crescita che è parallelamente interiore ed esteriore e che io chiamo “crescita artigianale”. Però nel mio lavoro ci sono anche tanta concretezza, pianificazione, strategia… ma quelli vengono dopo: sono la naturale conseguenza del lavoro di scoperta di sé. Spesso vedo persone talentuose inseguire obiettivi di poco conto e demoralizzarsi e cedere, fallire, o fare tanta tanta fatica. Perdono di vista il cuore dell’essere artigiani per inseguire un marketing che non parla a loro e non li aiuta anche quando sembra lo faccia. Ecco, io parto dall’essere artigiani e dallo scoprirsi anche più artigiani di quel che si pensa di essere! Aiuto a dare spessore vitalità e significato ai progetti e poi a comunicare tutto questo in un modo adatto e coerente affinché diventi base stabile e fruttuosa per ogni possibile sviluppo.

Competenze, talenti, capacità espressive sono messi al servizio del marketing e lo supportano. E allora sì, che i risultati arrivano!

 

 

 

 

 

 

Per chiudere una domanda che per me è di rito. Progetti per il futuro?

 

Oltre a quelli favolosi per far brillare le splendide attività dei miei clienti? < rido> Di progetti ne ho sempre mille e uno nella testa! Che ci vuoi fare? Sono creativa!

Ho in cantiere un lavoro grande che vedrà la luce in autunno, ma prima di allora le novità non mancheranno: ho in programma nuovi servizi e corsi da poter fare anche in gruppo, percorsi gratuiti e tantissime attività più “quotidiane” come i giochi che propongo sul mio profilo Instagram o nel gruppo della Craftroom per affinare le proprie capacità espressive anche attraverso la scrittura e le fotografie, utilissime sui social.

Insomma, per essere sempre aggiornati su tutto senza perdersi nessuna novità, basta seguirmi e -ancor meglio iscriversi alla Newsletter. In omaggio ai nuovi iscritti ci sono tante risorse gratuite e la My Business Map, una guida piena zeppa di consigli per muovere i passi nel giusto ordine sul percorso “da hobby a lavoro”, senza saltare tappe importanti!

Quindi vi aspetto tutti e, di nuovo, ringrazio te, Simonetta, per la tua ospitalità.

 

Se Elisa ti ha incuriosito e vuoi conoscerla meglio ti lascio tutti i link ai suoi social:

PROFILO PINTEREST https://it.pinterest.com/elisacreaidee/

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.