Rosso fuoco

rosso

Rosso fuoco

Rosso fuoco, un colore che accende la passione e dona tanta energia.

Ma se ci pensi bene il fuoco non è per niente rosso: è arancione, giallo, a volte azzurro e bianco ma rosso proprio no.

Eppure i Vigili del fuoco hanno la divisa rossa, i loro mezzi hanno questo colore, come pure gli estintori e gli idranti e degli allarmi antincendio.

Se cerchi su un dizionario trovi associato a questo colore, oltre al sangue, proprio il fuoco:

rosso
/rós·so/
aggettivo e sostantivo maschile
1.
sostantivo maschile
Il colore corrispondente alle radiazioni elettromagnetiche di lunghezza d’onda compresa approssimativamente tra 645 nm e 750 nm; è uno dei tre colori primari, insieme al verde e al blu; è comunemente identificato col colore del sangue e del fuoco: colorire in r.; tingere di r.; il r. delle labbra; un vestito di un bel r.; un r. pallido, acceso, fiammante; con opportune determinazioni per definire la sfumatura.
“r. papavero”

Sicuramente il rosso è tra tutti i colori quello che ha avuto una storia più piena e ricca: è stato uno dei colori più usati in assoluto fin dall’antichità con i primi dipinti rupestri e ancora ai giorni nostri è un colore ricco di diversi significati che vanno dall’energia all’amore, alla guerra e alla ricchezza.

Come dice Pastoreau:

«A volte favorevole, fecondo, purificatore o rigeneratore, a volte al contrario subdolo, violento, distruttore, nemico degli uomini e di tutti gli esseri viventi, il fuoco ha instaurato molto presto – senza dubbio molte decine di millenni prima della nostra era – legami archetipici con il rosso, il colore più ambivalente»
«Da allora, niente ha potuto rimettere in discussione tali legami: vengono da troppo lontano e sono troppo solidi. Che cosa possono fare la realtà materiale e l’osservazione positiva contro il simbolismo? Probabilmente, non molto».

Ma creazioni rosse ne abbiamo? Ovvio che sì e per ogni occasione: dal Natale a San Valentino, dalle scatoline per compleanni alle classiche explosion box

Proprietà e caratteristiche chi lo ama e di chi lo odia

Uno dei colori primari, il rosso è il primo colore che l’occhio umano cattura.

Simboleggia l’energia e le emozioni forti come la passione, la forza, il coraggio ma anche la violenza.

Il rosso stimola l’attenzione, ​provoca reazioni emotive, accelera il battito cardiaco e alza la pressione sanguigna. Evoca il pericolo, l’immediatezza, l’urgenza. Stimola l’appetito, l’attività nervosa e ​agisce sui muscoli. Inoltre stimola la creatività e combatte le energie passive.

Chi ama questo colore è una persona vivace, pieno di energia e sicuro di sé, vive nel presente e ama agire.

Chi rifiuta il rosso invece è introverso, ama stare in disparte ed è incapace ad affrontare le difficoltà.

Indossato trasmette sicurezza, padronanza di sé, voglia di essere al centro dell’attenzione.

In eccesso denota difficoltà a contenere i propri stimoli, eccessiva presunzione e irascibilità.

E tu che rapporto hai con il colore rosso? Scrivilo nei commenti che sono curiosa di saperlo 💗

No Comments

Post a Comment